Paolo Pajer

Da quando ho imparato a camminare, mi piace correre.
(Friedrich Nietzsche)

Per Altre Vite

Il Nuovo Libro/Romanzo di Paolo Pajer

Titolo Libro

Vorrei avere la pazienza del ragno, il coraggio della mantide, la capacità di essere felice del cane.

Sono nato sul mare, sono cresciuto in montagna, vivo nel cuore più bello della Toscana.

Amo la famiglia, la tranquillità, l’ironia, il mio cane, la natura e lo sport.

Cerco sempre un buon libro, un tempo di qualità per scrivere, camminare (o correre) e ascoltare.

Sopporto, ma per un quieto vivere, l’ipocrisia e l’incoerenza; non riesco invece proprio ad accettare la mancanza di rispetto, soprattutto verso i più fragili.

Sebbene la mia giornata sia densa di parole, dette ed ascoltate, prediligo il silenzio.

 

Lo scrittore è essenzialmente un uomo che non si rassegna alla solitudine.
(François Mauriac)

La scrittura di Paolo Pajer fa lo stesso effetto di un vecchio amico che ci è venuto a trovare; del profumo semplice, potente e antico del pane caldo; di uno stesso panorama improvviso, rivisto dopo tanti anni.

Le sue pagine si devono leggere lentamente, seguendo il ritmo delle parole e lasciandoci cullare da esse, come il vento fa con le spighe di grano.

Leggere i libri di Paolo Pajer ci tiene lontano dal rumore di sottofondo con cui il mondo ci stordisce; ci permette il rifugio in angoli di intimità e di scoperta, incontrando personaggi reali e indimenticabili, setacciando emozioni vere.

Dopotutto, cerchiamo nei libri ciò che ci racconta qualcosa di noi stessi.

La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Màrquez)

Avevo bisogno di uno spazio dove raggruppare ciò che ho scritto, ciò che ho fatto, ma anche ciò che hanno scritto altri su queste cose.

Una piccola vetrina, curata e non invadente, che potesse accogliere il viaggiatore della rete e farlo accomodare su una poltrona in penombra, immersa in un bosco.

Questa è l’idea che avevo per uno spazio di condivisione, dove troverai i miei lavori e le mie attività, i miei sogni e le mie aspirazioni.

E potrai attraversare, se lo vorrai, un piccolo ponte che esiste fra le persone, fatto con le parole impresse su un foglio o illuminate da uno schermo.

 

Share This